Italia, un Paese vittima di percezioni errate

su nataliam | 1st of September 2018

Secondo la classifica stilata da IPSOS Mori l'Italia figura tra i paesi più ignoranti al mondo ed è addirittura prima tra le nazioni europee. L’ignoranza degli italiani si riflette anche sul gioco d’azzardo.

Ogni anno l’importante azienda inglese di analisi e ricerca di mercato, effettua una rilevazione statistica in grado di indicare il paese più ignorante al mondo, chiamata “Perils of Perception”, letteralmente “Pericoli della Percezione”. Ai fini dell’indagine, viene considerato un campione di circa undicimila intervistati di ogni nazionalità che viene sottoposto a una serie di domande riferite a delle statistiche comuni che riguardano il paese di appartenenza. Tra queste: qual è la percentuale di occupati del tuo paese? Qual è l’aspettativa di vita? Qual è la percentuale di ragazze tra i 17 e i 19 anni che partoriscono ogni anno? Quanti sono gli immigrati? Quest’anno il tasso di omicidi è salito o sceso?

Nell’ultima ricerca pubblicata risalente al 2017, veniva chiesto quali sono le popolazioni con il più alto tasso di consumo di alcolici. A seconda del grado di errore nel fornire questa e altre risposte, IPSOS Mori stila la sua classifica che nel 2014 ci vedeva come il popolo più ignorante al mondo. In quella del 2017 invece l’Italia figura al dodicesimo posto, prima tra le nazioni europee.

Analizzando la classifica e considerando i criteri di indagine, è bene precisare che il termine “ignorante” non deve essere inteso come “poco istruito” o “analfabeta”; il suo significato è piuttosto riconducibile alla distorta percezione della realtà che ci circonda. Di fatto, il termine “misperceptions” con cui viene presentata la classifica generale, significa appunto “percezione erronea”. Secondo IPSOS, quindi, gli italiani disconoscono ciò che realmente accade nel proprio paese.

Così risulta che con 7,56 litri di alcolici pro capite gli italiani figurano al 18° posto della classifica per consumo, ma il 13% degli intervistati non esita a considerare gli italiani tra i primi tre popoli al mondo per consumo di alcool. Solo un intervistato su 100 ha correttamente indicato il Belgio come la nazione con il valore più alto di consumo di alcolici: 12,3 litri pro capite.

L’ignoranza che gli italiani hanno dimostrato su questo e altri temi, (diabete, criminalità e altri), riporta l’immagine di un Paese che oltre a non conoscersi bene è sovente vittima di percezioni errate, soprattutto se conseguenza di allarmismi o informazioni non veritiere. Come accade per il mercato del gioco legale. Le campagne di disinformazione diffuse in questi anni, hanno contribuito a diffondere dati volutamente errati sulla raccolta di gioco e soprattutto sul fenomeno della dipendenza da gioco d’azzardo. In tal modo, esattamente come accade per il consumo di alcool, la popolazione italiana tende a farsi una idea in base alla percezione che ha del fenomeno, e non cercando un riscontro con dati reali. Considerando questo stato di cose, si spiega perché è risultato così facile distorcere la realtà rappresentando il gioco come un mercato al di fuori di ogni controllo e la dipendenza dall’azzardo come un fenomeno di dimensioni spropositate. E non c’è da meravigliarsi, visto che solo un mese fa, il Parlamento ha convertito in legge il Dl Dignità che introduce il divieto di pubblicità sul gioco d’azzardo anticipando quella che è stata definita “guerra al gioco d’azzardo”.

L’autunno, ormai alle porte, si prospetta come una stagione impegnativa per il settore, su cui vige l’onta dell’ignoranza.

Gioco d’azzardo, i costi sociali di un fenomeno problematico

Una ricerca svolta dal Centro Studi Ricerche Consumi e Dipendenze è stata presentata in un...
Approfondisci

Qual è la sala ideale per i giocatori di VLT?

L'Istituto di ricerche Doxa, che studia e monitora le evoluzioni del gaming in Italia, si...
Approfondisci

Responsabilizzare gli operatori del gioco terrestre: la sfida del nuovo presidente Euromat

Jason Frost, presidente della Federazione Europea di Gioco e Divertimento (Euromat), punta sulla...
Approfondisci

Flipper al posto dell’azzardo? Italia e Spagna, due mondi contrapposti

Si è concluso da pochi giorni il Gamescom di Colonia, il più importante appuntamento...
Approfondisci

Il parallelismo tra ludopatia e il Bitcoin Blues

Alla fine di maggio in Scozia, presso l’ospedale Castle Craig, è stato aperto un...
Approfondisci