Responsabilizzare gli operatori del gioco terrestre: la sfida del nuovo presidente Euromat

set 19

Jason Frost, presidente della Federazione Europea di Gioco e Divertimento (Euromat), punta sulla responsabilizzazione degli operatori del gioco terrestre.

Regolamentazione elaborata insieme agli operatori del gioco e vicina alle loro esigenze, diffusione maggiore dei pagamenti elettronici e promozione costante della responsabilità sociale: sono questi gli obiettivi principali del programma di Jason Frost, nominato presidente di Euromat, la Federazione Europea di Gioco e Divertimento, lo scorso giugno dopo aver ricoperto il ruolo di presidente della British Amusement Catering Trades Association (Bacta).

"È un vero privilegio poter servire il nostro settore in tutta Europa. Stiamo andando verso una società senza contanti e tuttavia questo fatto sembra essere ignorato dai regolatori. Faccio oggi un appello alla comunità europea affinché la regolamentazione possa avvicinarsi alle esigenze degli operatori e sedersi a un tavolo con noi per aiutarci a trovare un cammino insieme. Come qualsiasi altra attività, dobbiamo essere in grado di offrire il pagamento elettronico nonché i contanti. È meglio per gli affari, ma anche per il giocatore e sarà più facile impegnarsi, impostando limiti di spesa e tempo. I regolatori capiscono il valore di questo nel mercato online e la nostra capacità di monitorare i nostri giocatori è utile per la responsabilità sociale. È una vittoria vincente", ha commentato Frost al momento della sua elezione.

Con queste parole Frost ha evidenziato quelli che sono i punti fermi del suo programma ossia la regolamentazione del gioco negli stati europei, affinché diventi il più possibile comune, e la possibilità di offrire pagamenti elettronici sia per il comparto online che terrestre. “I sistemi di pagamento elettronici offrono molti benefici sociali; credo che l'uso delle carte possa aiutare a stabilire dei limiti e a monitorare i giocatori" ha rimarcato. In riferimento al gioco terrestre, ritiene che sia fondamentale il lavoro sui prodotti, mentre per la regolamentazione del settore prevede "un lavoro capillare su ognuno degli Stati membri della Federazione".

In tale contesto riveste un ruolo di primaria importanza la promozione del gioco responsabile. "Di questo si occupa il nostro Comitato per la responsabilità sociale nel gaming guidato da Mirjana Aćimović (presidente della Serbian Association of Gaming Operators – Jakta) che organizza diversi incontri e conferenze in Europa, per raccontare ciò che facciamo come operatori, chiedere nuove misure e confrontarci su quanto potremmo fare in futuro”, ha spiegato Frost.

Le nuove tecnologie possono migliorare le misure di responsabilità sociale. “Abbiamo iniziato a farlo nelle sale da gioco terrestri e per l'online i metodi di pagamento elettronici fanno senza dubbio la differenza perché permettono di identificare il giocatore e di monitorarlo. L'attenzione verso questo aspetto del gioco è più alta che mai", ha concluso.